Come pulire il frigorifero

Come pulire il frigorifero

La cucina necessita di attenzioni e pulizie quotidiane, lo sappiamo molto bene: mobili ed elettrodomestici tendono a sporcarsi velocemente e per questo è importante pulirli spesso. Il frigorifero e il freezer non sfuggono a questo ragionamento: proprio perché contengono il cibo occorre occuparsi di loro costantemente, in modo tale da assicurare sempre che siano perfettamente igienizzati, ma come farlo in poco tempo e senza troppi sforzi?


Il frigorifero: l’importanza di una manutenzione costante

Anzitutto è bene partire da un periodico controllo dei cibi contenuti al suo interno, avendo cura di gettare eventuali prodotti rovinati o già scaduti. Questo passaggio eviterà che si accumuli troppo sporco e che il frigo inizi a emanare dei cattivi odori.

Si parte dalla pulizia del rivestimento esterno; se il tuo frigorifero è incassato, consulta le direttive della casa produttrice della tua cucina per sapere come pulire al meglio i pensili che lo inglobano. Se, invece, il frigo è a installazione libera, potrai utilizzare un semplice sgrassatore.

Per l’interno del frigorifero bisogna anzitutto svuotarlo di ogni cosa, avendo cura di sistemare momentaneamente i cibi all’interno di alcune borse frigo, in modo tale da non rompere la catena del freddo e non rovinarli irrimediabilmente. Questo passaggio è fondamentale: spesso ci capita di rimandare la pulizia di questo elettrodomestico proprio perché attendiamo che si svuoti più o meno completamente. In questo modo, però, risolveremo il problema e potremo occuparci della sua detersione quando più ci fa comodo.

Una volta che lo avrai liberato, togli i vari ripiani e gli accessori e lavali nel lavandino con l’acqua calda e il sapone per i piatti. Le superfici del frigorifero, invece, possono essere pulite in maniera naturale con un mix composto dall’aceto, dal bicarbonato e dall’acqua calda. Questa soluzione ti consentirà di pulire a fondo, disinfettando ed eliminando al contempo tutti i cattivi odori, ma con un occhio alla sicurezza, indispensabile in un elettrodomestico nato per contenere quello che mangiamo: i detersivi, infatti, potrebbero rilasciare qualche sostanza nociva.

Dopo aver pulito ogni elemento, sciacqua tutto con l’acqua, asciuga con attenzione usando un panno asciutto e rimonta i vari accessori e ripiani del tuo frigo. Fatto ciò, potrai sistemare nuovamente i cibi al loro posto.

Questo tipo di pulizia profonda andrebbe effettuata un paio di volte all’anno, mentre quella di tipo più ordinario mensilmente: grazie a queste accortezze eviterai l’insorgere di cattivi odori e di eventuali muffe e il tuo frigo non accumulerà mai troppo sporco e sarà più facile da pulire. Un trucco economico affinché il tuo frigo sia sempre profumato? Sistema una ciotolina con dentro un po’ di bicarbonato in un angolino.

Assieme alla pulizia, non dimenticare di effettuare una manutenzione ordinaria delle guarnizioni: anche loro vanno lavate e asciugate con cura ed eventualmente oliate, affinché restino morbide e perfettamente funzionanti a lungo.


Non dimenticare il freezer: ecco come pulirlo in pochi, semplici passaggi

Il freezer deve essere pulito e liberato di tutti i cibi congelati una volta all’anno. Dopo averlo svuotato riponendo i cibi dentro le borse termiche sbrinalo, togli l’eventuale ghiaccio e pulisci con cura i ripiani, lavandoli con cura con un mix di acqua e di aceto, utile per disinfettare e prevenire eventuali cattivi odori, esattamente come abbiamo fatto con il frigorifero. Fatto ciò, non ti resterà che asciugare con cura il freezer, riaccenderlo e, quando sarà di nuovo ben freddo, reinserire i cibi precedentemente messi da parte.


Qualche consiglio per un frigo e un freezer perfettamente funzionanti e ordinati
  • Disponi i cibi nei giusti scomparti, in maniera il più possibile uniforme: il tuo frigorifero riuscirà a spandere il freddo in maniera più efficiente e uniforme.
  • Non sistemare i cibi direttamente a contatto con le pareti dell’elettrodomestico.
  • I cibi in frigo vanno sempre coperti, controllandone la scadenza e la freschezza.

?>