Ritorna il soldino della Mulino Bianco in edizione limitata

Ritorna il soldino della Mulino Bianco in edizione limitata

Il celebre soldino della Mulino Bianco torna, nel 2021, in un’accattivante versione in edizione limitata sulla scia di altre celebri campagne che hanno riportato in voga snack amatissimi del passato – vi ricordate quello che è successo con gli Happy Hippo targati Kinder? Una vera e propria operazione nostalgia, volta ad assecondare gli umori e le esigenze di un nutrito gruppo di golosissimi consumatori che non vuole proprio rinunciare all’idea di fare colazione con la propria merendina preferita. Del resto, l’assaggiare un cibo della nostra infanzia ci riporta indietro nel tempo, come insegna anche Proust nella sua celebre opera Alla ricerca del tempo perduto. Si gioca, dunque, con i ricordi, con le emozioni, con l’affetto che certi elementi della nostra infanzia suscitano in noi consumatori. La tradizione e il passato vengono in questo caso anteposti alla novità e alla ricerca del nuovo.


Il nuovo soldino della Mulino Bianco: che cosa è cambiato

La ricetta del soldino del Mulino Bianco dovrebbe essere la stessa del passato e si propone il duplice obiettivo di soddisfare i nostalgici e di conquistare palati più giovani. Per chi non lo ricordasse, si tratta di una merenda composta da un Pan di Spagna farcito con una ricca crema al cacao e ricoperto da una sontuosa glassa. Il nome soldino è dovuto alla guarnitura finale che presentava, per l’appunto, un soldo rotondo con sopra impresso un fiore, proprio come le monete d’epoca. Non si tratta di uno snack leggerissimo e sicuramente non è bene abusarne, vista la consistente presenza dello zucchero tra gli ingredienti.

Se state pensando di correre immediatamente al supermercato, però, fermatevi: la limited edition del Mulino Bianco non seguirà i consueti canali di distribuzione, ma verrà venduta esclusivamente online, sul sito. Qui il soldino sarà disponibile in una scatola di latta dal look vintage che potrete collezionare e personalizzare con il nome, la dedica e persino una foto. Ogni confezione, ops, scatola, costerà 24 euro più le spese di spedizione e conterrà ben 8 golosissime merendine. Ognuna di esse contiene 170 calorie e sul sito è disponibile anche la lista degli ingredienti presenti nello snack, tra cui spiccano, però, allergeni come la soia, il lattosio e la frutta a guscio.

Uno sguardo al passato

Il debutto dei soldini avvenne durante i favolosi Anni Ottanta e il suo successo durò per tutto il decennio e per quello seguente. Merito anche di quella moneta impressa sulla parte superiore dello snack, da addentare come prima cosa o da lasciare per ultima, proprio come se fosse la proverbiale ciliegina sulla torta. Di diverso rispetto al passato c’è solamente la forma, un tempo quadrata, oggi rettangolare – ma un minimo di restyling del look dopo tanti anni, diciamolo, è consentito.

L’idea molto carina di personalizzare la scatola e la stessa confezione dall’aspetto retrò donerà quel tocco in più che la renderà senza dubbio un gradito regalo da fare ai nostalgici golosi o, semplicemente, a quanti erano bambini nei decenni a cavallo tra gli Anni Ottanta e gli Anni Novanta e vorrebbero ritrovare un po’ della magia e della spensieratezza proprie dell’infanzia.

?>