Fugascina di Mergozzo

Ricetta compatibile con Bimby TM6,TM5,TM31 e TM21

Fugascina di Mergozzo
bassa
+60 min
Teglia 30 cm x 40 cm

Ingredienti

  • Per la frolla
  • 250 g farina 00
  • 125 g (freddo) burro
  • 125 g zucchero semolato
  • 2 cucchiaini estratto di vaniglia
  • 1 uovo + 1 tuorlo uova
  • 1 cucchiaino lievito per dolci
  • 2 pizzichi sale fino
  • 20 g marsala
  • Per spennellare
  • 1 albumi
  • q.b. zucchero semolato

La fugascina di Mergozzo è una focaccia dolce originaria del Piemonte: come tutte le specialità regionali è veramente deliziosa, ma scopriamo come prepararla col Bimby e quando è più opportuno concedersene qualcuna. Si distingue per la sua forma piatta e viene realizzata in diversi periodi dell’anno, dall’inverno alla primavera passando per l’estate e, più precisamente, in occasione della festa di Santa Elisabetta, che cade il 4 luglio. Le sue origini sono antichissime e risalirebbero addirittura al periodo altomedievale, come suggeriscono sia la forma sottile che rievoca l’ostia, sia l’uso di consumarla con l’arrivo della primavera, come elemento beneaugurante. Nei secoli, la fugascina ha visto la sua composizione mutare e cambiare fino alla metà del XVIII secolo.

Si tratta di una ricetta molto semplice, caratterizzata da una frolla aromatizzata con la vaniglia e il marsala e una croccante guarnitura ottenuta spennellando la superficie delle fugascine con lo zucchero semolato e l’albume delle uova.

Sebbene i prodotti tipici siano soggetti a varianti e rivisitazioni che dimostrano la loro diffusione sul territorio, con la fugascina di Mergozzo ci troviamo di fronte a un prodotto riconosciuto dal 15 aprile 2002 con l’acronimo PAT (Prodotto Agroalimentare Tradizionale). Dopo averne preparate in quantità, gustale una volta fredde insieme a una tazza di tè, caffè o latte, sfruttandole sia come delicato dessert che come sfiziosa colazione o invitante merenda.

Come cucinare la ricetta

  1. Mettere nel boccale la farina, il burro a tocchetti e tutti gli altri ingredienti per la frolla: 20 sec. vel. 4.
  2. Su un foglio di carta forno stendere la pasta frolla con il matterello fino a realizzare un rettangolo delle dimensioni della teglia.
  3. Trasferire la carta forno con sopra la frolla sulla teglia, tagliare con una rotella dentellata la pasta in tanti rettangoli (o quadrati) senza muoverli dalla carta forno.
  4. Spennellare tutta la superficie della pasta con l'albume e trasferire la teglia in frigorifero per 2 ore.
  5. Cospargere la pasta frolla con lo zucchero.
  6. Infornare in forno preriscaldato ventilato a 160° per 22 minuti (la superficie deve risultare ben colorita).
  7. Sfornare e lasciare raffreddare completamente.
  8. Spezzare la pasta frolla seguendo i tagli fatti prima del riposo in frigorifero (potrebbe risultare difficile seguire esattamente le righe perché lo zucchero cuocendo attaccherà i rettangoli) e servire.
Nota
  1. E' possibile sostituire l'estratto di vaniglia con una bustina di vanillina, i semi interni di una bacca di vaniglia oppure la scorza grattugiata di un limone.
Lorena Capece autore di ricette del portale www.ricetteperbimby.it
Lorena