Cottura al vapore con accessorio Varoma Bimby o Cestello

Il Bimby consente di cuocere al vapore carne e verdura in modo ottimale tramite l'apposito accessorio Varoma o il Cestello per il Bimby.
Sono accessori indispensabile per cucinare al vapore ottimi piatti.

Il Varoma è composto da 3 pezzi distinti impilabili tra loro: recipiente, vassoio e coperchio.
Si utilizza principalmente per cuocere al vapore carne, pesce, frutta e verdura ma può essere usato anche polpette, pane, uova (frittate o sode)!

Il Cestello si inserisce nel boccale e consente di cuocere ottimamente riso, farro, couscous, ecc.

Accessorio Varoma per Bimby TM31

Accessorio Varoma per Bimby TM31

Accessorio Cestello per Bimby TM31

Accessorio Cestello per Bimby TM31

Per cuocere al vapore occorre per prima cosa posizionare il boccale. E' importante che il boccale sia pulito e asciutto. Successivamente aggiungere gli ingredienti o versare l'acqua nella quantità necessaria. La bilancia integrata consente di sapere esattamente quanto liquido è stato versato (100 ml di acqua corrispondono praticamente a 100g).
Per la cottura al vapore con Varoma il Bimby "consuma" circa 250 ml di acqua (o di brodo) ogni 15 minuti di tempo.

Per cuocere 30 minuti: 500 ml di acqua, per cuocere 45 ora: 750 ml di acqua, ecc.

Al posto dell'acqua o del brodo si puossono utilizzare anche sughi o qualsiasi altro ingrediente la cui ricetta preveda la temperatura "varoma": sfruttando il vapore che viene generato dalla cottura dell'ingrediente nel boccale è possibile cuocere anche il cibo posizionato sul vassoio del Varoma.
Ad esempio è possibile preparare un sugo o una caponata nel boccale, delle polpette da accompagnare con la caponata nel recipiente del Varoma e delle patate a tocchetti sul vassoio del Varoma: 3 portate cotte contemporaneamente e separatamente.

Per cuocere al vapore però, il tempo di cottura però è fondamentale per ottenere risultati ottimali e non cuocere troppo (o troppo poco) gli ingredienti.

Di seguito è riportata un'utile tabella riepilogativa dei tempi di cottura al vapore con Varoma.

Quantità Acqua Tempo Note
Cozze e mollushi 500 g 250 ml 15 min Chiusi o aperti
Gamberi e crostacei 800 gr 250 ml 15 min Con guscio decongelati
Filetti di pesce 800 gr 250 ml 15 min Merluzzo, salmone, ecc.
Presce a tranci 1 Kg 400 ml 20 - 25 min Trota, tonno, ecc.
Polpette di carne 500 gr 400 ml 25 min
Pezzi interi 1 kg 1 L 60 min
Polpettone 800 gr 750 ml 45 min
Pollo/Tacchino 600 gr 400 ml 20 min Filetti
Salsiccie 500 gr 400 ml 25 min Intere non incise
Asparagi 800 gr 500 ml 30 min Interi con gambi
Carote 800 gr 500 ml 30 min A rondelle
Cavolo 800 gr 500 ml 25 min
Cime di broccoli 800 gr 250 ml 15 min
Cime di cavolo 800 gr 500 ml 25 min
Fagiolini 800 gr 500 ml 25 min Interi
Finocchi 800 gr 400 ml 20 min A fette
Funghi 500 gr 250 ml 15 min Interi o a tocchetti
Patate 800 gr 500 ml 30 min A tocchio o intere se novelle
Peperoni 500 gr 250 ml 15 min A strisce
Piselli 500 gr 400 ml 20 min Anche congelati
Porri 800 gr 400 ml 25 min A rondelle
Spinaci 500 gr 250 ml 10 min
Zucchine 800 gr 400 ml 25 min A rondelle spesse
Albicocche 500 gr 250 ml 15 min A metà
Mele 500 gr 250 ml 15 min A quarti
Pere 800 gr 250 ml 15 min A quarti
Pesche 500 gr 250 ml 15 min A metà
Prugne 500 gr 250 ml 10 min A metà
Riso 250 gr 500 ml Tempi indicati
Cous cous 250 gr 250 ml 10 min Ammollato prima

Consigli pratici:
E' possibile cuocere contemporaneamente più pietanze, ad esempio riso, farro o couscous nel cestello al vapore, un sugo nel boccale e delle verdure a tocchetti nel Vatoma.

Per ottenere una cottura più uniforme, tagliare la verdura e gli ortaggi in pezzi tutti di uguale grandezza.

I tempi di cottura dei relativi ingredienti, riportati in tabella, sono puramente indicativi e possono dipendere da molti fattori quali qualità, grado di maturazione e dimensioni. Allo stesso modo il gusto personale di ognuno può influenzare la durata della cottura.

Per risultati migliori si consiglia di ungere leggermente il recipiente e il vassoio del Varoma per evitare che gli alimenti si possano attaccare durante la cottura.

Se si vuole preservare ancora di più l'aroma e l'essenza degli alimneti li si può avvolgere con delicatezza con della cara stagnola, in questo modo i succhi non coleranno nel boccale e il piatto conserverà la totale integrità dei sapori.

Quando si interrompe la preparazione per controllare lo stato di cottura degli ingredienti è opportuno prestare molta attenzione, all'apertura del coperchio infatti i vapori che fuoriescono possono essere molto caldi.