Cinque modi per pulire il forno e tanti consigli

Cinque modi per pulire il forno e tanti consigli

Alleato indispensabile in cucina, il forno va pulito regolarmente per assicurarci una corretta igiene in cucina, ma quali sono i detergenti più efficaci per farlo brillare e sgrassarlo alla perfezione e quando è più opportuno svolgere questa operazione? Oggi risponderemo a tutte queste domande, perché avere una cucina pulitissima è la condizione necessaria per realizzare le nostre ricette preferite con il Bimby, ma questa faccenda domestica non deve essere necessariamente onerosa e pesante, anzi. Prima di scoprire quali detergenti utilizzare per un forno splendente, vogliamo darti alcuni consigli per faticare meno.

1. Pulisci il forno con regolarità

Per evitare di faticare sgrassando e strofinando a lungo, il primo suggerimento che ti diamo è quello di non tergiversare e di pulire il forno, anche in maniera sbrigativa, ogni volta che lo avrai utilizzato. Questa piccola accortezza ti eviterà il dispiacere di dover togliere a forza di olio di gomito incrostazioni vecchie o vecchissime o di eliminare odori sgradevoli sedimentati nell’elettrodomestico decisamente da troppo tempo.

2. Studia le impostazioni del forno

I forni di ultima generazione posseggono delle funzioni che, una volta avviate, tramite l’uso del vapore igienizzano il forno. Perché non approfittarne? Sfrutta la tecnologia a tua disposizione il più possibile, ricordandoti che  pulire spesso il forno equivale a impiegare meno tempo e fatica, perché non ci troveremo di fronte allo sporco ostinato.

3. Assicurati di avere a disposizione tutti gli accessori

L’organizzazione, si sa, è davvero tutto e non c’è niente di peggio che armarsi di guanti, detergenti e non riuscire a pulire al meglio perché non è possibile raggiungere tutti gli angolo del forno. Assicurati di avere in casa un panno in microfibra, una spatolina e una spugna.

4. Occhio a cosa utilizzi per pulire

Usa prodotti efficaci, orientandoti sia sui detergenti specifici che si trovano in commercio, adatti a essere usati sulle superfici che dovranno andare a contatto con gli alimenti, sia prodotti naturali dall’alto potere sgrassante e igienizzante, come limone, aceto, bicarbonato e sale, da soli o in combinazione.


Rimedi naturali per pulire il nostro forno

1. Bicarbonato di sodio, sale e acqua

Un forno profumato e scintillante, pronto per ospitare i tuoi migliori manicaretti, non richiede uno sforzo eccessivo se userai il prodotto giusto. Il primo metodo che ti consigliamo è quello che prevede l’utilizzo di acqua, sale e bicarbonato. Niente di più semplice ed economico, ci verrebbe da dire. Una volta che avrai mescolato dentro una tazza tutti gli ingredienti, passa con una spugna il composto nell’elettrodomestico e lascia agire per circa un’ora. Fatto ciò, risciacqua ed ecco che il tuo forno splenderà.

Il bicarbonato di sodio è un valido alleato che aiuta a eliminare anche le incrostazioni più ostiche e a prevenire la proliferazione delle muffe, motivo per cui lo consigliamo anche per la pulizia periodica del frigorifero.

2. Sale e aceto

Un altro rimedio a costo zero molto efficace è quello che vede l’impiego del sale in combinazione con l’aceto. Mezzo bicchiere di aceto e mezzo di sale creeranno un composto che, inserito in un flacone dotato di uno spray, vaporizzeremo nel nostro forno e lasceremo agire per circa mezz’ora. Dopo aver ripulito ci accorgeremo, anche in questo caso, che l’elettrodomestico risulterà profumato e sarà pulitissimo.

L’aceto può essere utilizzato anche se il forno risulta essere già pulito in virtù del suo potere igienizzante o per sgrassare alcune parti specifiche, come le guarnizioni.

3. Acqua e limone

Chi non gradisce l’odore dell’aceto può sostituirlo col limone e unire il succo di tre limoni con l’acqua. Il composto va sistemato in un contenitore tipo pirofila e fatto scaldare nel forno acceso (160° per un quarto d’ora dovrebbe bastare). Una volta freddato, il forno andrà pulito con un panno.

4. Coca cola

Anche la coca cola è una valida alleata nella pulizia. In particolare c’è chi la usa per rendere di nuovo splendenti le leccarde del forno, che andranno immerse nella bevanda per circa venti minuti. Con uno spazzolino apposito strofina sulla loro superficie e, in men che non si dica, la superficie tornerà a brillare.

Sapone per piatti

E il vetro del forno? Anche questa parte è soggetta a incrostazioni e macchie e spesso presenta tracce di unto e risulta appiccicosa. Per renderlo di nuovo brillante, prendi una spugnetta imbevuta di una miscela fatta dal detersivo dei piatti e dal bicarbonato, lasciala agire per mezz’ora, rimuovi le impurità e risciacqua attentamente. Il risultato ti sorprenderà.

?>