La prova dello stecchino: tutto quello che c'è da sapere

La prova dello stecchino: tutto quello che c'è da sapere

La prova dello stecchino è un trucco facilissimo e praticamente infallibile per capire se le nostre torte o, più in generale, le varie pietanze che vogliamo portare in tavola, sono cotte proprio a puntino. Non importa da quanto tempo o con quanta passione cuciniamo: la possibilità di cuocere troppo o (o, viceversa, troppo poco) qualcosa è un rischio concreto da cui non è esente nemmeno chi tra noi vanta una maggiore esperienza con i fornelli, soprattutto quando di mezzo c’è la spesso insidiosa cottura in forno, ma scopriamo insieme in quanti e quali casi il test dello stuzzicadenti verrà in nostro soccorso.

La prova dello stecchino: ecco come eseguirla al meglio

Si tratta di un vero e proprio rimedio della nonna immediato ed efficace, che ci consentirà di capire se la torta che abbiamo preparato con tanta cura, ma anche un secondo salato come l’arrosto o il polpettone, è cotto a dovere. Assicurati di avere in casa uno stecchino di legno sottile e della dimensione tale da poter raggiungere il fondo della teglia e infilalo nel centro esatto della pietanza o del dolce. Immergilo completamente, tiralo fuori e osservalo: se lo stecchino risulterà completamente asciutto e pulito, la ricetta è pronta per essere sfornata, altrimenti, se è presente qualche residuo di impasto, vuol dire che la cottura deve ancora essere ultimata, ed è il caso di attendere ancora qualche minuto e, eventualmente, ripetere l’operazione. Ricorda che per un risultato perfetto l’ideale è usare uno stecchino piuttosto caldo.

La prova dello stuzzicadenti può essere ripetuta diverse volte mentre attendi che la tua torta o il secondo si cuociano: grazie a questo semplice metodo, quando verrà il momento di sfornare la teglia avrai la ragionevole certezza che la preparazione non sia né eccessivamente secca né, al contrario, ancora umida o poco cotta.


Alternative allo stecchino: ecco con cosa ingegnarsi in cucina

E se in cucina non dovessimo avere nessuno stecchino di legno? All’occorrenza potremo usare un semplice stuzzicadenti, uno spaghetto, uno spiedino di acciaio di quelli che si utilizzano per gli antipasti o, in alternativa, una forchetta, sebbene i rebbi di quest’ultima siano generalmente troppo corti per raggiungere il fondo della teglia e, di conseguenza, la parte centrale del nostro dolce, che è quella che si cuocerà per ultima e con maggior lentezza. Inoltre, la forchetta può lasciare degli antiestetici segni sulla superficie del dolce, cosa che, invece, non accadrà qualora si usino gli altri strumenti che abbiamo indicato. Quale che sia l’accessorio scelto per la prova dello stecchino, la modalità rimane sempre la medesima. Infilare nella parte centrale della preparazione e capire, dagli eventuali residui di impasto, se è ora di sfornare oppure no.


Quando controllare la nostra torta (e non solo)

Adesso che abbiamo capito cosa dobbiamo controllare e che strumenti utilizzare per eseguire una perfetta prova dello stecchino, capiamo meglio quando effettuarla. Sì, perché non tutti i momenti potrebbero essere buoni per eseguirla e sbagliando i tempi c’è addirittura il rischio di bloccare la corretta lievitazione della nostra torta.

Vietato, dunque, eseguire la prova prima che sia passato almeno un quarto d’ora da quando abbiamo infornato il dolce, perché, nelle fasi iniziali della cottura, aprire lo sportello del forno può rovinare la riuscita della ricetta abbassando inopinatamente la temperatura dell’elettrodomestico – in questo caso la torta potrebbe afflosciarsi. Il momento giusto per testare se una preparazione dolciaria è pronta è esclusivamente nelle fasi finali della cottura, per intenderci durante gli ultimi 10, 5 minuti. Poiché, però, non è possibile stabilire a priori l’istante giusto per effettuare la prova, ti suggeriamo di basarti sulla cara, vecchia osservazione e guardare dal vetro del forno se la superficie della torta risulta cotta e i bordi separati dalla teglia.

Dobbiamo dire che non tutte le torte si prestano a questo genere di controllo: come abbiamo detto, lo stecchino che useremo per capire se il dolce è pronto una volta estratto dovrà risultare completamente pulito, ma tale condizione non si verificherà con quelle preparazioni dolciarie, come le torte di mele o i plum-cake farciti, il cui impasto dovrà sempre risultare spugnoso e leggermente umido.

?>