Torte salate e quiche: le ricette salvacena

Torte salate e quiche: le ricette salvacena

Le torte rustiche e le quiche sono delle preziose alleate a cui affidarci durante tutto l’anno: nella bella stagione la voglia di stare all’aperto ci spinge a organizzare gite e picnic in cui è necessario portare dei cibi che siano facili da mangiare su un prato, appetitosi e buoni anche freddi.

In autunno e in inverno apprezzeremo il loro lato corroborante e nutriente, mangiando le torte salate tiepide o sfruttandole come piatto unico. Furbe come sono, ci terranno compagnia anche in primavera, soprattutto nelle tanto amate scampagnate pasquali. Realizzarle col Bimby è talmente tanto semplice che, ne siamo certi, una volta iniziato non vorrai più smettere.


La torta rustica: una ricetta furba ideale in ogni stagione

Per realizzare una torta rustica possiamo affidarci a una ricetta specifica oppure dare un’occhiata a quello che abbiamo nel nostro frigorifero e creare un abbinamento del tutto nuovo. In questo modo limiteremo gli eventuali sprechi in cucina servendo in tavola un piatto appetitoso ed economico che piacerà a tutta la famiglia. In base al periodo sceglieremo gli ortaggi da unire ai salumi e ai formaggi, preferendo, come sempre, quelli di stagione. Naturalmente è possibile preparare anche delle ottime torte salate vegetariane, a base di zucchine e di ricotta o usando gli spinaci.


Dal pasticcio alla torta rustica

L’impasto delle torte rustiche può essere fatto con la pasta sfoglia, la frolla o la brisée, a seconda del tipo di ricetta che seguiremo, mentre gli altri ingredienti che dovrai assicurati di avere in cucina sono il burro, le uova e, naturalmente, la farina. L’origine di questo tipo di preparazione sembra risalire all’epoca medievale, quando erano piuttosto diffusi i pasticci: questi ultimi derivavano da una ricetta conosciuta addirittura in epoca romana. Parliamo del pasticium, una torta salata già menzionata nel trattato di cucina risalente al I secolo d.C. a opera di Apicio, il De re coquinaria. Pare si trattasse di una torta con un ripieno a base di carne, cui nel tempo si sono aggiunte anche delle verdure.

Nel corso dei secoli la ricetta si è perfezionata dando vita a un’incredibile mole di varianti, che naturalmente risentono sia dell’ingresso in Europa di nuovi ortaggi provenienti dalle Americhe, a partire dal XVI secolo in poi, sia delle naturali differenze geografiche riscontrabili da territorio a territorio.


Le torte rustiche: velocità e versatilità

Dopo aver indagato un po’ sulle origini dei pasticci e delle torte rustiche, è arrivato il momento di parlare della loro incredibile versatilità. Abbiamo già parlato dell’enorme vantaggio economico che porta il saperle realizzare: immaginiamo di trovarci con nel frigo qualche fettina di un salume a scelta e con un po’ di formaggio. Portati in tavola così sarebbero poco più di uno spuntino per una sola persona o, al massimo, rappresenterebbero una cena frugale, ma mischiati insieme in una torta salata diventeranno una portata abbondante per più persone, che riciclerai facilmente anche per il giorno dopo.

  • La torta salata è ottima per un aperitivo, un buffet o come antipasto. Il motivo? È buona anche fredda e può essere divisa in tante listarelle da mangiare anche con le mani.
  • È un piatto unico gustoso e nutriente, perfetto da portare con te in ufficio o per un pranzo della domenica anche nelle vesti di primo.
  • Non sai che cucinare e le idee scarseggiano? Allora le numerose ricette delle torte salate verranno in tuo aiuto; accompagnale con un contorno, in questo modo avrai realizzato un secondo davvero gustoso!
  • Anche se si tratta di un piatto rustico, è perfetta per le grandi occasioni, come ricorrenze, compleanni o eventi speciali.

     

Le ricette delle torte salate e rustiche perfette per l’inverno

Le torte salate più famose sono quelle che si preparano nel periodo di Pasqua o in primavera. Il motivo è presto detto: incontrano le esigenze di chi desidera fare un picnic all’aria aperta e vuole mangiare un cibo appetitoso e facile da gestire, buono sia freddo che tiepido. In autunno e in inverno le torte salate potranno essere arricchite con prodotti come la zucca o il radicchio e insaporiti dal salame, la pancetta, lo speck o la salsiccia triturata.

Nella stagione fredda potrai gustarle quando sono ancora tiepide, arricchendo la ricetta con ingredienti sapidi. La versatilità delle torte rustiche sta proprio nel fatto che possono essere più o meno facili da realizzare a seconda dei prodotti con cui sceglierai di volta in volta di prepararle. Sebbene le più famose vedano l’utilizzo di verdure, formaggi e affettati, non mancano versioni che prevedono l’impiego della carne o del pesce o altre totalmente vegetariane. Una buona soluzione per unire insieme gusto e versatilità con un occhio al risparmio è quello di utilizzare dei condimenti profumati come i pesti: uniti a ortaggi come i pomodori e le zucchine ti consentiranno di portare in tavola delle torte salate deliziose!


Quiche francesi: il meglio della cucina francese

La quiche è una torta salata che appartiene alla ricca tradizione culinaria della Francia. La più celebre di tutte è una versione che si prepara nella regione della Lorena, la Quiche Lorraine. Un guscio dalla consistenza croccante formato dalla pasta brisée ospita un soffice ripieno molto ghiotto, caratterizzato dalle uova e dalla crème fraiche, una panna cui viene aggiunta la pancetta e la groviera. Il risultato è un piatto unico conosciuto e amato in tutto il mondo che, nel tempo, ha dato vita a un considerevole numero di ghiotte varianti, capaci di venire incontro ai gusti di tutti i commensali, anche quelli più esigenti. Ecco allora versioni della quiche francesi declinate in un’ottica vegetariana; attenzione, però: per essere definita una vera e propria quiche due sono gli ingredienti che non possono assolutamente mancare: la panna e le uova.

?>