Come conservare le uova

Come conservare le uova

Sapere come conservare le uova nel modo migliore ci permetterà di mantenerle fresche il più a lungo possibile, con grande beneficio sia delle ricette che le vedono protagoniste sia del nostro benessere. Le specialità che si possono preparare col Bimby e che le hanno come protagoniste sono tantissime, ma ora è arrivato il momento di scoprire qualcosa in più su un ingrediente comune e, allo stesso tempo, insidioso. Le uova sono un prodotto che si deteriora e contamina con grande facilità: ecco perché è importante riconoscere il codice impresso sul guscio e scegliere in maniera consapevole che tipologia usare, tenendo anche conto di quali allevamenti garantiscono una vita più dignitosa per le galline.


Conservare le uova: mai fuori dal frigorifero

Il primo grande dilemma è dove vanno tenute, se nel frigorifero o fuori. La risposta, senza se e senza ma, è nel frigorifero (scopriremo più avanti dove). Al supermercato, però, per una disposizione di legge le uova sono conservate negli scaffali comuni e non nelle zone refrigerate. Come mai? Questa misura è volta a evitare che le uova possano subire uno sbalzo di temperatura come quello che le interesserebbe nel tragitto dal supermercato a casa e che ne pregiudicherebbe la freschezza.

Bisogna tenere presente anche un altro fatto: i supermercati, a differenza delle nostre abitazioni, sono luoghi dove la temperatura è mantenuta costante. Non tutte le uova, però, si trovano nei normali scaffali: alcune tipologie si trovano nel banco frigo e sono quelle pensate per l’uso professionale, che appartengono alla categoria B; sull’etichetta sono indicate come uova refrigerate.

  • Se il tragitto dal supermercato a casa è lungo, per preservarne la freschezza ed evitare la proliferazione di batteri ti suggeriamo di riporle in una sacca termica, esattamente come faresti per i surgelati.
  • Una volta in cucina, le sistemerai immediatamente nel frigorifero senza toglierle dalla loro confezione.
  • Le uova non vanno tenute fuori dal frigorifero nemmeno se sode.

Mai lavare le uova

Un altro errore in cui si incorre fin troppo spesso e che può pregiudicare la nostra salute riguarda l’abitudine, sbagliata, di lavarle. Le uova escono dal tratto da cui le galline espellono anche le feci, ma per quanto assurdo possa sembrare, queste ultime e gli eventuali residui organici presenti sul guscio fungono da protezione alle uova. Prima di essere immesse nel mercato vengono pulite per renderle più gradevoli alla vista dei consumatori, ma tale operazione le priva della loro protezione, esponendo il guscio alla proliferazione dei più vari batteri, di cui i più famosi sono quelli della salmonella.

Il guscio delle uova è poroso e passandole sotto l’acqua le priviamo della cuticola protettiva che le ricopre, correndo il rischio di far penetrare al loro interno eventuali batteri presenti all’esterno. Il freddo del frigorifero uccide i microrganismi ed evita la loro formazione.

In caso di uova molto sporche, è consigliabile strofinarle con uno scottex pulito appena umido, in modo tale da eliminare i residui. Attenzione, però: questo procedimento va eseguito solo pochi minuti di utilizzarle e non appena acquistate!


Mai togliere le uova dalla loro confezione originale

Tutti i frigoriferi ce li hanno e davvero non sappiamo dire il perché: parliamo del portauova, uno strumento grazioso quanto inutile. Sì, perché le uova, affinché si preservino il più a lungo possibile e non sviluppino batteri, vanno lasciate nella loro confezione. Il motivo? Il guscio poroso, se lasciato privo di una copertura, potrebbe essere contaminato dagli alimenti vicini. Allo stesso modo, se tenute senza la loro protezione originaria assorbiranno facilmente l’odore degli altri elementi presenti nel frigorifero.

Anche per quanto concerne il punto del frigorifero dove è meglio tenere le uova potrebbero esserci delle sorprese. In molti le dispongono nello sportello del frigorifero, ma questo è un errore che non esitiamo a definire fatale. Lo sportello viene aperto diverse volte al giorno ed è soggetto più della parte interna a eventuali sbalzi di temperatura. Anche quando non viene aperto, il freddo non è mai particolarmente intenso nello sportello. Detto ciò, il punto migliore dove conservare le uova è nel ripiano più basso del frigorifero, verso il fondo o nel cassetto preposto a contenere gli ortaggi.


Toccare le uova: tutte le regole

Diciamolo subito: anche rispettando tutte le regole sopracitate possiamo correre in rischio di entrare in contatto con germi e batteri molto dannosi per l’organismo. Ecco come fare per scongiurare questo pericolo.

  • Fai attenzione alla scadenza e non consumarle una volta scadute (cioè 28 giorni dopo che sono state deposte).
  • Nella confezione c’è un uovo rotto o crepato? Gettalo immediatamente.
  • Non rompere mai il guscio dell’uovo nel bordo della terrina su cui poi verserai l’albume e il tuorlo.
  • Può capitare che un pezzo del guscio cada nella padella o nel recipiente in cui stai lavorando l’uovo. In caso dovesse accadere ciò, butta via tutto.
  • Dopo aver toccato e manipolato le uova lavati con cura le mani, usando il sapone. Fai lo stesso con le superfici con cui il guscio viene a contatto (piatti, lavello, utensili vari).

     

Conservare le uova in modo sicuro: in conclusione

In cucina sono indispensabili (anche se ovviamente chi è allergico o ha abbracciato uno stile di vita vegano dissentirà), ma per poterle mangiare in totale sicurezza occorre fare attenzione e seguire alcune piccole regole. Molte ricette, come quelle dei dolci, prevedono che vengano usate a temperatura ambiente: come fare? Una delle soluzioni è quella di preparare la ricetta appena avremo comprato le uova. In alternativa, le tireremo fuori giusto un paio d’ore prima, non di più. Prima di lasciarti, è arrivato il momento di ricapitolare brevemente le regole per una corretta conservazione delle uova:

  • Appena acquistate riponile subito in frigorifero, nel ripiano in basso, verso il fondo; non tenerle nello sportello.
  • Non toglierle dalla loro confezione;
  • Non lavarle per nessuna ragione: in caso fossero molto sporche, al momento dell’utilizzo (mai prima) puliscile solo con uno scottex appena inumidito.
  • Se la ricetta prevede che siano a temperatura ambiente, tirale fuori dal frigorifero massimo due ore prima;
  • Se nella confezione trovi un uovo rotto o solo crepato, gettalo via;
  • Il guscio non deve toccare il recipiente dove le lavorerai o la padella in cui le farai cuocere.
  • Dopo aver toccato le uova, lavati con cura le mani e lava con cura anche gli utensili e il piano su cui le hai disposte.
?>