Le dieci migliori ricette di Pasqua

Le dieci migliori ricette di Pasqua

Sembra facile parlare delle dieci migliori ricette di Pasqua, ma in realtà non è proprio così. L’Italia vanta una ricchissima tradizione culinaria e ogni famiglia ha il suo menù, super collaudato e appetitoso, che ripropone a tavola ogni anno, ma dovendo fare una classifica, quali sono quelle ricette che ci fanno immediatamente pensare alla Pasqua? Noi ne abbiamo selezionate 10, aggiungendo anche un ovvio bonus, scegliendo alcune specialità regionali e proponendo piatti che utilizzano rigorosamente i migliori prodotti di stagione, come i carciofi e gli asparagi.

Si tratta di un menù equilibrato, che potrai proporre non solamente durante la domenica di Pasqua, ma anche nei giorni successivi o per un’occasione formale. Per quanto concerne il secondo, noi abbiamo indicato l’agnello, ma come alternativa andrà ugualmente bene un pesce arrosto o un altro tipo di carne.


1. Le uova ripiene

Le uova ripiene sono un antipasto bello da vedere, facile da preparare e di sicuro successo, ma soprattutto capace di farci subito venire in mente la Resurrezione, dato che l’uovo ne è un simbolo. Noi ti suggeriamo di farcire le uova con la salsa tonnata e di disporle su un elegante vassoio. Sono talmente ghiotte che ti invitiamo a non limitarti a prepararle solo in occasione di questa festività, ma di renderle protagoniste di buffet e aperitivi. Allo stesso modo, sono ottime sia come ricco antipasto che come secondo.


2. La frittata di asparagi

La frittata di asparagi, da provare anche nelle varianti con i carciofi o con le zucchine, è un ottimo piatto primaverile che puoi servire sia come contorno rustico che come secondo piatto più leggero. Per rendere questa portata più sfiziosa e accattivante, dividila in tanti quadrati e ricordati che, come tutte le frittate, è deliziosa sia calda che fredda, motivo per cui spesso viene sfruttata


3.Il casatiello

Il casatiello è un altro piatto che non ha bisogno di alcun tipo di presentazione: si tratta di una specialità rustica napoletana celebre in tutta la penisola: la tradizione vuole che venga preparato il Venerdì Santo e fatto riposare durante la notte, per essere poi infornato il sabato mattina e portato in tavola durante il pranzo di Pasqua. La sua forma particolare è ricca di simboli: la pasta disposta a croce e le uova che spiccano dall’impasto (da mettere rigorosamente crude e con ancora il guscio) sono un chiaro riferimento alla Resurrezione. Gli ingredienti con cui è farcito il casatiello sono quanto di meglio ci offre la Campania: salame di Napoli, provola e tanto pepe, cui potrai aggiungere anche altri salumi o formaggi, purché stagionati.


4.La carbonara di carciofi

La carbonara di carciofi è una versione sfiziosa e originale a un piatto della tradizione culinaria romana. Noi l’abbiamo scelta perché, oltre a essere cremosa e invitante, la ricetta sfrutta le varietà di carciofi più tenere e dolci, quelle che compaiono proprio da febbraio in poi. Per donarle un gusto sapido puoi arricchirla con il guanciale o con la pancetta – il risultato ti conquisterà. Il nostro suggerimento è di sfruttare i carciofi rendendoli protagonisti anche di altre ricette: hai mai provato i cannelloni o le lasagne con i carciofi?


5. La torta salata

La torta salata è una di quelle ricette pasquali per definizione: oltre a essere buonissima, si rivelerà un perfetto antipasto, un ricco secondo e, preparata in altre occasioni, persino un piatto unico saporito e gustoso. L’abitudine di preparare delle torte rustiche risponde a numerose esigenze pratiche: sono ottime sia tiepide che fredde, ci consentiranno di usare tanti tipi di farciture diverse limitando gli sprechi in cucina e, ultimo dettaglio, ma non meno importante, sono perfette da gustare in caso di un picnic – visto il periodo, da organizzare rigorosamente nel giardino di casa o sul balcone. Tra le torte salate più celebri e amate di sempre c’è la ligure Torta Pasqualina, composta da uno sfizioso involucro di pasta che ospita un ricco ripieno composto da salumi, formaggi, verdure e uova.


6. Il contorno di asparagi

Gli asparagi sono un ortaggio primaverile estremamente versatile, da utilizzare sia per preparare dei ghiotti primi piatti che per dei succulenti contorni. In primavera puoi gustarli in padella e usarli non solo per accompagnare, a scelta, un secondo a base di carne o di pesce, ma anche come base per realizzare dei saporiti primi piatti o delle creme light e gustose.


7. L’agnello al forno

L’agnello al forno seguito da un contorno di patate è il classico secondo che si porta in tavola durante il pranzo di Pasqua o, più in generale, in occasione di una ricorrenza. Il suo gusto saporito e leggermente aromatico conquisterà qualsiasi palato. L’ideale è cuocerlo insieme alle patate, che ne assorbiranno l’umore. Chi non ama l’agnello può sostituirlo con il pollo o il coniglio e, allo stesso modo, il contorno potrà variare a piacere, spaziando dai piselli ai carciofi, opportunamente mondati del gambo, delle eventuali spine e delle foglie più esterne.


8. La pastiera napoletana

Non ha certo bisogno di presentazioni la pastiera napoletana, un dolce della tradizione partenopea conosciuto e amato anche nel resto della penisola. Ne esistono numerose versioni, tante quante sono le famiglie che la cucinano ogni anno, ma la ricetta originale prevede la creazione di una squisita frolla allo strutto e una farcitura composto dalla crema di grano.


9. La colomba

Finalmente siamo arrivati a lei, alla colomba di Pasqua. Anzitutto, occorre dire che ne esistono sia versioni dolci che salate. Entrambe sono ghiottissime e si distinguono per la consistenza soffice dell’impasto, ma a catturare il palato nella variante più conosciuta, quella dolce, è la deliziosa glassa a base di mandorle e di granella di zucchero. Il nostro suggerimento è di non portarla a tavola unicamente come dessert, ma anche a colazione o a merenda.


10. Il tiramisù fatto con la colomba

Parliamo di nuovo della colomba? Ebbene , perché questa prelibatezza, grazie a un pizzico di inventiva e a qualche trucco, si trasformerà in qualcosa di decisamente sfizioso e originale. Noi l’abbiamo utilizzata come ingrediente base per creare degli squisiti tiramisù, ma esistono un’infinità di ricette perfette per riciclare in maniera golosa la colomba avanzata dalle festività pasquali o, semplicemente, per dare un tocco in più al dolce. Che aspetti a tirare fuori bicchieri, coppette o, come abbiamo scelto di fare noi, delle tazze dove creare dei tiramisù monoporzione?


Bonus: l’uovo di Pasqua

Ultimo ma solo di nome, l’uovo di cioccolata è una costante imprescindibile che non può mancare su nessuna tavola. I bambini non aspettano altro che aprirlo per trovare la sorpresa e mangiarne la cioccolata e nemmeno noi siamo in grado di resistere a questa golosità che ci riporta indietro al tempo della nostra infanzia.


 

?>